Silenzio freddo

Silenzio freddo (poesia inedita di Dascia Galli – 10 febbraio 2015)
 
C’è un silenzio freddo
che avvolge i muri di questa chiesa.
Il marmo bianco
fa da contorno agli occhi chiusi
sotto il manto di legno.
 
Qualche singhiozzo vicino
interrompe questo vuoto
che sa già di solitudine
mentre litanie lontane
non placano la lacerazione al petto.
 
Questa giornata di sole fa brillare l’azzurro del cielo
che sembra invitare l’anima a raggiungerlo.
Ma come può la terra brillare
di tanta luce azzurra
quando poco più oltre
tutto è già avvolto nell’oscurità dell’Universo?
 
Noi siamo oltre a questo tutto.
Come stelle irraggiungibili dagli occhi.
Poiché il Tutto è in questo petto,
in ciò che resta nei pensieri
che si sprigionano eterei nello spazio.
 
Non può essere che così.
Ma la vita è bella.
Unica fiammella in questo freddo silenzio cosmico.
L’unico calore di Dio.

This entry was posted in Poesie introspettive - La tristezza -. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>